Gustav Thöni: 50 anni dall’Oro del più vincente

Gustav Thöni è lo sciatore più vincente di tutti i tempi. Ha conquistato ben 4 Coppe del Mondo generali; di medaglie olimpiche; titoli mondiali e innumerevoli gare di Coppa del Mondo. Il principale artefice della Valanga Azzurra, così com’è conosciuta in tutto il mondo. La prima vera e propria star mediatica della nostra televisione. Fu capace, nel 1975, di tenere col fiato sospeso tutta l’Italia.


STREAMING RACE GUSTAV THÖNI

Quella domenica non c’era nessuno per le strade… Erano 150 milioni di telespettatori tra Italia e estero, un record per i tempi, tutti davanti alla televisione. Stavano assistendo alla straordinaria discesa nel parallelo di Val Gardena contro Stenmark.

Febbraio 2022 segna i 50 anni di questa impresa: l’oro olimpico di Sapporo 1972, vinto da Gustav Thöni.

Per l’occasione, Beppe Conti, uno dei cronisti sportivi che ne ha descritto le gesta, ha realizzato, per Azzurra Publishing, uno straordinario libro. Un volume che, attraverso testi e immagini, racconta sia la storia sportiva che alcuni intimi aspetti umani, di un grande campione. Irrinunciabile per coloro che ne hanno seguito la carriera e un dovere morale da tramandare ai giovani. É importante, infatti, che conoscano la storia di persone che, come Gustavo Thöni, hanno in qualche modo influenzato la storia del nostro paese. Come, più tardi, ha fatto Alberto Tomba, altro eroe pop, che firma la prefazione del libro (ACQUISTA LIBRO).


STREAMING RACE ALBERTO TOMBA

Gustav Thöeni: un campione che appartiene alla leggenda

L’idea di raccontare la stroia di Gustav Thöeni è venuta per celebrare una ricorrenza davvero speciale e suggestiva: mezzo secolo dall’oro giapponese di Gustavo Thöeni a Sapporo, nel febbraio ’72. Cinquant’anni, da quei giorni, sono una vita. Si tratta, però, d’uno spunto, una data, per richiamare l’attenzione su un personaggio che ha davvero segnato la nostra storia.

Erano i favolosi e tragici anni settanta del secolo scorso, la gente che si appassionava allo sci come sport di massa, lui che esibiva una nuova tecnica per inanellare una serie di trionfi spettacolari.

Basta il nome, Gustavo Thöeni e scattano i ricordi, con un piacevole esercizio della memoria.

Ai giovani, invece, che vagamente ne hanno sentito parlare, il libro serve per capire e conoscere un fuoriclasse che, con orgoglio, ci appartiene. Quattro Coppe del Mondo, i titoli olimpici e poi quelli mondiali. Successi colti con classe e stile su diverse piste e in diverse specialità dello sci alpino. Lo slalom e la discesa, perché arrivare sulla Streif di Kitzbuhel a tre millesimi di secondo da Franz Klammer, fra i più grandi di sempre, vale più di un successo su una pista anonima.


STREAMING RACE GUSTAV THÖNI

Gustav Thoeni, Alberto Tomba e la Valanga Azzurra: momenti magici della nostra vita

Come se il destino avesse già previsto tutto, Thöeni, una volta appesi gli sci al chiodo, allenerà Tomba. Passandogli, neanche troppo virtualmente, il testimone della Valanga Azzurra. Una coppia inedita e splendida, l’uno che aiuta l’altro. Tomba metterà a freno, almeno in pista, la leggendaria esuberanza, ammirato dal carisma del maestro. Lui, Gustav, oltre ad elargirgli preziosi consigli, cancellerà un luogo comune: siamo sicuri che fosse davvero un campione e un uomo silenzioso, che si esprimeva a monosillabi?

Non proprio. Gustav Thöeni è arguto e brillante, riflessivo certo, ma pronto a stupire con battute taglienti e profonde, sagge e puntuali. Pensieri che colgono nel segno con immediatezza. Insieme, i due fenomeni prepararono altri fantastici trionfi a distanza d’una ventina d’anni, come si trattasse di una bella favola che bisognava assolutamente riproporre.